PNRR: in avvio i Progetti “Sportello digitale unico” e “Accessibilità”

Nell’ambito delle 14 Misure previste dal “Pnrr” per la digitalizzazione del Paese, AgID informa che sono in avvio i Progetti relativi a “Sportello digitale unico” e “Accessibilità” dei quali l’Agenzia è soggetto attuatore dei fondi stanziati. Gli Accordi siglati tra il Dipartimento per la Trasformazione digitale e AgID, che hanno avuto anche il visto della Corte dei conti, diventano operativi a tutti gli effetti e hanno inizio le attività per la realizzazione delle 2 Misure.

La Misura dello “Sportello digitale unico”, con un Investimento di Euro 90 milioni, vede AgID quale soggetto attuatore, e costituisce una delle iniziative previste dalla “Strategia per il mercato unico digitale”, con lo scopo di rispondere alle esigenze di maggiore mobilità dei Cittadini e delle Imprese europei. Rappresenta, questo, un incentivo alla modernizzazione della P.A. e allo sviluppo di strategie di Governo digitale, intese a migliorare i rapporti con gli utenti.

Lo “Sportello digitale unico” offrirà ai Cittadini e alle Imprese europee un facile accesso ad informazioni di alta qualità e procedure efficienti basate sul Principio “once only”.

L’Obiettivo del Progetto è l’armonizzazione e la digitalizzazione completa di 21 Procedure amministrative prioritarie.

In particolare, gli Obiettivi finali sono il raggiungimento di:

  1. 10 Procedure pienamente conformi alla normativa UE e accessibili online entro dicembre 2022;
  2. 21 Procedure pienamente conformi alla normativa UE e accessibili online entro dicembre 2023.

Le Amministrazioni coinvolte saranno Ministeri, grandi Enti pubblici, Agenzie fiscali, Regioni e il Sistema camerale.

AgID è soggetto attuatore anche della “Misura 1.4.2”, il cui Investimento è pari a Euro 80 milioni e che ha come obiettivo il miglioramento dell’accessibilità dei servizi pubblici digitali per tutti i Cittadini, anche in linea con quanto previsto dalla Direttiva europea 2016/2102 e dalla Legge n. 4/2004.

Gli Obiettivi finali del Progetto sono:

  • monitoraggio accessibilità dei siti delle P.A. nazionali, creazione di una “dashboard” di dati, in parte fruibili al pubblico mediante grafici statistici, e la realizzazione di un catalogo nazionale dei siti web delle P.A.;
  • realizzazione di 120 Iniziative nazionali di sensibilizzazione e formazione;
  • supporto ad Amministrazioni locali mediante erogazione di un sostegno finanziario per attività formative, di comunicazione e disseminazione nel proprio territorio sul tema accessibilità;
  • adozione e diffusione di tecnologie assistive ai propri dipendenti con disabilità;
  • riduzione del 50% del numero di errori sui servizi digitali.

Sono 55 le Regioni, le Città metropolitane e altre Amministrazioni pubbliche locali coinvolte nel Progetto che si concluderà entro giugno 2025.