PNRR: “Italia Domani” presenta i principali Investimenti previsti nel Veneto

Il 21 marzo 2022, “Italia Domani – Dialoghi sul ‘Piano nazionale di ripresa e resilienza”, l’iniziativa della Presidenza del Consiglio dei ministri per comunicare i contenuti e le opportunità del “Pnrr” nelle Città italiane, ha fatto tappa a Venezia. L’evento si è incentrato sui Piani di rilancio economico e sociale della Città veneta, ma ha anche toccato temi di attualità, come l’impatto del conflitto in Ucraina sull’attuazione del “Pnrr”.

Tra i temi di interesse locale sono stati affrontati, tra gli altri, i Progetti di recupero dei Padiglioni della Biennale, l’elettrificazione delle Banchine di Porto Marghera, gli Ospedali di comunità della Regione, la costruzione di nuovi Asili nido fino ai bandi per la creazione di nuovi studentati. Sono stati solo alcuni dei temi al centro.

A chi chiedeva di cambiare il “Pnrr” per il “caro energia”, il Ministro Franco ha spiegato che i motivi per cui l’Europa si è data questo “Piano” non sono cambiati: l’obiettivo era infatti quello di uscire dalla recessione, affrontare la questione climatica per la manifattura, cambiare i prodotti, il modo di viaggiare e consumare. Poi la Rivoluzione tecnologica e l’Inclusione. Il Ministro ha anche aggiunto che potrebbero essere riviste valutazioni su alcune opere trovando risorse europee o nazionali, ma che l’importante è che ogni Intervento sia selettivo e che vada a trovare i problemi e risolverli.

Il Ministro Messa ha spiegato che uno degli obiettivi del “Piano” è portare i giovani a scegliere di proseguire gli studi universitari dimostrando loro che la laurea offre le competenze necessarie per poter affrontare una Società sempre più complessa, garantendo al tempo stesso un adeguato supporto economico-finanziario. Per il Ministro dell’Università il “Pnrr” porterà nuove residenze universitarie, mettendo a disposizione circa Euro 1 miliardo, in parte già messi a Bando, per passare dagli attuali 40.000 posti letto disponibili in Italia ad almeno 100.000. Una misura importante anche nell’ottica di ripopolamento del Centro storico di Venezia.

Il Ministro Brunetta ha annunciato la creazione di una Piattaforma di servizi con Cassa Depositi e Prestiti, Invitalia e MedioCredito Centrale per sostenere le Regioni, le Province e i Comuni a gestire e ad attuare i progetti “Pnrr”. Si tratta, ha spiegato il Ministro della Pubblica Amministrazione, di una Piattaforma con oltre 600 Professionisti che saranno messi subito a disposizione degli Enti per accelerare la realizzazione degli Obiettivi. Secondo Brunetta, “il Settore pubblico deve diventare il perno della capacità di tenuta durante la pandemia, il ‘Pnrr’ come leva strategica per attrarre risorse private e le sfide di Venezia, Città della sostenibilità e del futuro”.