Pnrr”: al via le nuove domande per le agevolazioni per l’Investimento sugli Autobus elettrici

Sulla G.U. n. 165 del 16 luglio 2022 è stato pubblicato un Comunicato relativo al Decreto 6 luglio 2022 del Ministero dello Sviluppo economico (Mise), recante i termini per la presentazione delle Domande di agevolazioni di cui alla Misura “M2C2” dell’Investimento “5.3 – Sviluppo di una leadership internazionale, industriale e di ricerca e sviluppo nel campo degli Autobus elettrici” nell’ambito del “Pnrr”. 

Con il Decreto del Direttore generale per gli Incentivi alle imprese 6 luglio 2022, sono stati definiti, ai sensi dell’art. 8, comma 2, del Dm. 29 aprile 2022, i termini per la presentazione delle Domande per l’accesso alle agevolazioni, a valere sullo strumento dei contratti di sviluppo, per il sostegno di Programmi di sviluppo coerenti con le finalità della “M2C2”, Investimento 5.3 “Sviluppo di una leadership internazionale, industriale e di ricerca e sviluppo nel campo degli Autobus elettrici”.

Il Decreto fissa alle ore 12:00 del 25 luglio 2022 il termine iniziale per la presentazione delle Domande di agevolazioni tramite la procedura disponibile nel sito di Invitalia.

L’incentivo è “a sportello”. Le domande saranno quindi esaminate in base all’ordine di arrivo, sulla base di una procedura valutativa e saranno ammesse alle agevolazioni esclusivamente nei limiti delle disponibilità finanziarie. L’esaurimento delle risorse disponibili comporterà la chiusura dello Sportello.

Il nuovo incentivo è complementare allo Sportello “Pnrr Bus elettrici dei Contratti di sviluppo” aperto l’11 aprile 2022 ed ancora attivo, ma si rivolge a Programmi di dimensioni minori, per Piani di investimento le cui spese ammissibili siano comprese tra Euro 1 milione e Euro 20 milioni.

Sono destinati all’attuazione dell’Intervento, in sede di prima applicazione, Euro 80 milioni, nell’ambito della dotazione dell’Investimento 5.3 del “Pnrr” “M2C2” “Transizione energetica e Mobilità sostenibile”, di complessivi Euro 300 milioni. 

Potranno richiedere gli incentivi le Imprese del Settore, di tutte le dimensioni, ubicate sull’intero territorio nazionale. Alla produzione e assemblaggio di mezzi di Autobus elettrici e connessi digitalmente potranno essere associati anche Progetti per la ricerca e sperimentazione industriale e per la formazione del personale. L’importo delle agevolazioni non può in ogni caso superare, nel suo complesso, il limite massimo del 75% delle spese ammissibili.