Pnrr”: in G.U. i Comunicati relativi alla pubblicazione delle graduatorie relative agli Avvisi per la ricerca sull’Idrogeno

Sono stati riportati sulla G.U. n. 158 dell’8 luglio 2022 due Comunicati del Ministero per la Transizione ecologica (Mite), riguardanti la pubblicazione delle graduatorie relative agli Avvisi 23 marzo 2022, finalizzato alla selezione di Proposte progettuali inerenti attività di ricerca fondamentale nell’ambito del “Pnrr”, 2° Missione “Rivoluzione verde e Transizione ecologica”, 2° Componente “Energia rinnovabile, Idrogeno, Rete e Mobilità sostenibile”, Investimento 3.5 “Ricerca e sviluppo sull’Idrogeno”, finanziato dall’Unione europea – “Next Generation EU”, a valere sul Decreto 23 dicembre 2021, art. 1, comma 5, lett. a) [(Avviso n. 4) e lett. b) (Avviso n. 5)] . 

Per il primo Avviso la graduatoria consta di n. 3 Elenchi allegati al Decreto. 

Nell’Allegato “1” sono ricompresi i Progetti ammessi a finanziamento, per un totale di contributo pari alla dotazione finanziaria dell’Avviso pubblico, che ammonta ad Euro 20 milioni e selezionati nel rispetto delle condizioni previste dall’art. 3, comma 2 e dall’art. 11, comma 1, dell’Avviso. 

Nell’Allegato “2” sono individuati i Progetti ammissibili e non finanziabili per esaurimento delle risorse disponibili, mentre l’Allegato “3” contiene l’Elenco dei Progetti non ammissibili, con l’indicazione della relativa motivazione, secondo quanto previsto dall’art. 11, comma 1 dell’Avviso.

Anche per il secondo Avviso, la graduatoria consta di 3 Elenchi allegati al Decreto. 

Nell’Allegato “1” sono riportati i Progetti ammessi a finanziamento, per un totale di contributo pari alla dotazione finanziaria dell’Avviso pubblico, che ammonta ad Euro 30 milioni e selezionati nel rispetto delle condizioni previste dall’art. 3, comma 2 e dall’art. 11, comma 1, dell’Avviso, mentre nell’Allegato “2” sono tracciati i Progetti ammissibili e non finanziabili per esaurimento delle risorse disponibili. 

L’Allegato “3” contiene l’Elenco dei Progetti non ammissibili, con l’indicazione della relativa motivazione, secondo quanto previsto dall’art. 11, comma 1 dell’Avviso.